Servizi > Stoccaggio provvisorio e trattamento rifiuti

Nell'impianto sono stoccati e trattati periodicamente rifiuti e materiali di varia tipologia, aventi diversa consistenza fisica. Questa attivitā č regolata scrupolosamente dalle autorizzazioni in possesso che permettono lo stoccaggio sia di rifiuti non pericolosi da avviare a recupero, che di quelli pericolosi e non da avviare a smaltimento.
I rifiuti da avviare a recupero provengono da tre importanti categorie di materiali:

  1. materiali cartacei: provenienza da attivitā commerciali e/o ipermercati, industrie, tipografie e raccolta differenziata;
  2. materiali plastici: provenienza da attivitā commerciali e/o ipermercati, industrie e raccolta differenziata;
  3. metalli ferrosi e non: provenienza industrie, demolizioni e raccolta differenziata.

Le sopracitate categorie di materiali sono, prima di tutto, sottoposte a pesatura e convogliate, secondo la tipologia, nelle aree idonee alla lavorazione. Mentre i materiali rivenienti dalla raccolta differenziata sono trattati dal selezionatore automatico che č in grado di poter lavorare sino a 1.000 T/g, le altre tipologie di materiali vengono, cernite ed imballate per lotti omogenei. L'impianto infatti dispone dell'attrezzatura necessaria ad adeguare volumetricamente i materiali al fine di renderli pronti ad essere immessi nei normali cicli di produzione.

I rifiuti da destinarsi allo smaltimento finale provengono quasi tutti dalle attivitā produttive. L'Impianto dispone di un'area nella quale č ubicato un trituratore meccanico avente la funzione di ridurre volumetricamente i rifiuti solidi non pericolosi in entrata. L'area inoltre dispone di un piazzale adibito a sosta dei container pieni che, dopo le necessarie verifiche, vengono avviati a lavorazione. L'attivitā di stoccaggio per conto di terzi č rivolta alle categorie di produttori che si identificano nella grande industria ma anche a quella delle piccole e medie aziende. L'area di stoccaggio per rifiuti speciali č costituita da silos idonei all'accumulo dei reflui pericolosi (solventi, oli etc.), da box per lo stoccaggio di particolari tipologie di rifiuti pericolosi (neon, pile etc.) e da un impianto per il trattamento dei liquidi tipolitografici.

L'attivitā dello stoccaggio č rivolta a raggruppare categorie di rifiuti similari al fine di poter provvedere allo smaltimento presso centri di trattamento per rifiuti pericolosi specializzati. Il centro infine č anche autorizzato a ricevere RAEE , servizio che rivolto in special modo ai Comuni, ma anche alle utenze private.